Donne un po’ più uomini. 

il

Tante persone pensano fermamente che fare carriera implichi necessariamente una vita poco di successo nelle relazioni, o viceversa. È davvero così impensabile focalizzarsi su una cosa senza escludere un’altra? E soprattutto, è così difficile credere che è possibile trovare qualcuno che comprenda e supporti le nostre ambizioni? 

Specialmente a questa età, lungi da me l’idea di rinunciare a un percorso oltre che di carriera, di vita. Anche le donne oggi hanno diritto a una sorta di rivincita personale, mostrando le proprie doti anche sul lavoro. Guardiamo anche solo il settore della moda, in cui sto avendo la possibilità di lavorare: donne meravigliose, nei loro vestiti di classe, piene di orgoglio per quello che fanno. Il sogno di tutte noi? Beh, di tante sí. Tutto questo implica una vita sentimentale insoddisfacente? Dipende dai punti di vista. È come se nella società 2.0 fossimo tutte un po’ più uomini e gli uomini un po’ più donne. Un momento di gloria per il mondo femminile, certo. Si tratta solo di sfruttarlo al meglio. 

Per quel che mi riguarda, mai mi crogiolerò nel pensiero di avere qualcuno che mi sostiene economicamente all’infuori di me stessa. Sarebbe imparità di sessi, insomma. Piuttosto preferirei qualcuno con cui condividere ambizioni, sconfitte e successi.

Una volta lessi un libro incentrato sul funzionamento degli uomini. Ebbene sí, fisiologicamente sono programmati per riuscire a sostenere una donna. Per amore? No, per orgoglio maschile. Un atteggiamento animale al cento per cento: nulla di più naturale. È madre terra. 

Ma ecco che le cose cambiano: anche noi vogliamo arrivare, vogliamo mantenerci e soddisfare i nostri (a volte costosisissimi) vizi. Non parliamo più di sesso forte, è obsoleto. Parlerei di parità tra sessi, di parità di opportunità e gratificazione personale. Secondo Maslow abbiamo tutti dei bisogni autorealizzazione, ed è possibile arrivarci. La giusta relazione, con i giusti equilibri, può portare proprio a questo ultimo gradino della piramide.

In conclusione, rispondendo alla prima domanda, no, forse non è così impensabile.
Chiara Airoldi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...