Password: take it easy

Distrutta da una giornata di lavoro avevo ancora abbastanza energia per scrivere di un argomento hot, che non si raffredda mai: uomini.

Per intenderci, non sono un’esperta indiscussa su questo tema, ma forse stavo consolidando le mie conoscenze al riguardo. Come mi sarà capitato di dire in passato, gli uomini sono semplici. La semplicità è il loro mantra: camicia azzurra, t-shirt round neck super basic e un solo shampoo. Partendo da questo presupposto si può ben intuire che l’uomo non vuole complicarsi la vita. Figuriamoci se vuole farsela complicare da noi. Non è una forma di cattiveria o mancanza di interesse: è la loro natura.
Ciò non esclude che possano essere romantici e passionali, ma ricordiamoci una cosa: gli uomini sono sempre uomini. Gli uomini sono semplici. Ripetiamoci questa frase a ripetizione quando il nostro cervello lavorerà ininterrottamente per cercare di capirli.

Gli uomini sono semplici. 

Per quel che mi riguardava avevo acquisito nel tempo il prezioso dono di non insistere e di lasciare stare non appena comprendevo che l’interesse non era ricambiato. Insomma, chi ce lo fa fare? Come noi spesso non ricambiamo qualcuno, non è detto che qualcuno non possa ricambiare noi.

Insistere con un uomo significa tentare di sfondare una porta chiusa. Il risultato? Qualche frattura scomposta, metaforicamente parlando. Gli uomini sono semplici. Quando maturano un interesse, non preoccupatevi, ve lo faranno capire. A modo loro.

Tant’è vero che non usano il balsamo: se non sono interessati è inutile andare avanti. So che può sembrare ridondante, ma dovremmo tutte quante ricostruire la nostra dignità e il nostro decoro.
Nessuno è indispensabile e come ho detto nell’articolo precedente, a volte ci fissiamo su un ideale che ci siamo fatte di una persona. Quest’ideale il più delle volte si discosta dalla realtà. Ed è allora che dovremmo lasciare stare.

Ci sono sette miliardi di persone al mondo, perché focalizzarci su qualcuno che non può darci quello che vogliamo? Non c’è cosa più bella dell’essere autosufficienti e felici, senza dipendere da qualcuno. Gli uomini ragionano così e ho imparato che personalmente si vive meglio.

Non dico di rinunciare alla nostra maschera per capelli, alla nostra wide range di outfit. Insomma, non dico di semplificare tutta la nostra esistenza. Dovremmo solo semplificare il nostro modo di vivere una frequentazione o una relazione. Solo in questo modo le rughe tarderanno a manifestarsi.

 

Chiara Airoldi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...