Overdose post-relazione

Il mio Ferragosto stava finendo in maniera decisamente apatica: né un bicchiere di vino, né una grigliata di carne. L’unica cosa a cui riuscivo lucidamente a pensare durante questo giorno era l’avversità verso il genere maschile.  In tutto questo si aggiungeva la mia disperata ricerca di un’appartamento a Milano, che finora aveva avuto poco successo.

Ma torniamo al dente avvelenato per gli uomini. Mi chiedevo: Perché col finire di una relazione il più delle volte nutriamo un sentimento di rigetto verso il sesso opposto? Stavo vivendo un capitolo della mia vita che avrei potuto intitolare Cambiamenti drastici, solo per la molteplicità di nuove sfide ed esperienze che stavo affrontando. Tra queste, vi era la sfida più difficile: ricominciare da zero.
A quasi due mesi di distanza dalla mia rottura ero ancora in una fase di instabilità emotiva, che ancora non avevo sfogato con del sano e terapeutico shopping. In questa fase ero più propensa a considerare gli uomini delle prime donne, senza carattere e incredibilmente scontati. Probabilmente stavo generalizzando ed estendendo la mia collera a soggetti “innocenti”, ma per intenderci: mettetevi nei miei panni.
Vedere delle coppie mi suscitava uno stato d’angoscia indescrivibile e, forse perché mi ci ritrovavo, anche un pizzico di nostalgia.
Non so quando sarei stata pronta ad affrontare una nuova relazione, per quel che mi riguardava in questo periodo la risposta sarebbe stata categoricamente, mai. Sì, avevo conosciuto delle persone, ma la sensazione era quella di parlare da sola. Nessun fuoco d’artificio. Nessun colpo di scena. Tutto calmo e placido. Troppo calmo e placido per i miei gusti. Forse era proprio questo fatto ad abbassare la mia soglia di sopportazione del sesso opposto. Forse erano anche i film e le serie televisive che mi ingolosivano di scenari passionali e incoraggianti, nascondendo la dura e cruda verità.

Col finire di una relazione diventiamo più consapevoli, più aware di noi stessi e del nostro modo di vedere le cose. Comprendiamo quali sono le nostre priorità, le nostre aspettative e le nostre ambizioni future, anche in ambito sentimentale. Questo tumulto emotivo ci può portare ad essere incredibilmente deluse dal sesso opposto. La sfiducia regna sovrana e ci sentiamo ferme. Stagnanti. La perfetta rappresentazione del broccolo nella gelatina verde acceso.

Gli uomini sono veramente così mostruosi come pensiamo? Certo che no. Un po’ prime donne lo sono, questo è un dato di fatto, ma l’unica cosa che sta cambiando siamo noi. Il messaggio che veicola questo cambiamento è solo e soltanto uno: stare sole. A volte è più facile ragionare nell’ottica del “chiodo schiaccia chiodo”, senza darci né la possibilità né il tempo di riabituarci a noi stessi.

Nella vita si soffre e fa parte del programma, sta a noi prendere il meglio da tutte le nostre esperienze e trasformarlo in un futuro brillante. E pieno di passione, si spera.

 

Chiara Airoldi 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...